Alberto Fumagalli a Beat & Green

Il tredicesimo appuntamento di Beat & Green è con Alberto Fumagalli di Nameless.

 

Continua...

Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Alberto Fumagalli (qui a fianco di Benny Benassi), significa avere la possibilità di relazionarsi con un esperto del settore, scoprire i segreti della produzione di un live e lo sviluppo di un grande brand, tra l'altro in piena espansione. Una chance, questa, per tutti di imparare a dialogare con uno dei personaggi forti ed emergenti del live e della discografia.

Il tredicesimo appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,00 di venerdì 17 marzo 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Alberto Fumagalli di Nameless. Classe 1985, a 16 anni Alberto intraprende casualmente un’avventura che lo porta a diventare un promoter quale è oggi.

 

Info su http://www.namelessmusicfestival.com/it/

https://www.facebook.com/namelessrec

A 18 anni organizza il suo primo evento, presso il campo da calcio del proprio paese, ospitando DJ Ross e lo showcase della sua etichetta dei tempi, la Spy Rec. Da quel momento per Alberto smettere di organizzare eventi sembra impossibile: “Non ci riuscivo”, dice. Nel 2005, insieme ad alcuni amici, crea il collettivo ANight, con cui dirige gran parte dei club del Lecchese. In tanti anni di attività. ANight è diventata una realtà importante, che conta su una passione infinita per la musica e una professionale competenza nell’organizzazione di qualsiasi evento: sulla base di questa sinergia nel 2013 Alberto e il suo team dà vita a Nameless Music Festival, un festival dance fortemente radicato sul territorio. Un evento talmente radicato che il suo nome trae spunto da una traduzione impropria dell’“Innominato”, personaggio dell’opera “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, ambientata a Lecco. Sin dal giorno della sua nascita, Nameless intende essere un punto di riferimento nel settore degli appuntamenti live. Dopo due edizioni, nel 2015 trasloca a Barzio, poco lontano da Lecco. Nel contempo, insieme a Federico Cirillo di Universal Music Group Italia, Alberto crea Nameless Records, spin off discografico del festival. L'idea alla base è semplice: lavorare sulla musica made in Italy dando spazio e visibilità ai talenti di casa nostra. Oggi Nameless è l'evento leader nel suo settore e Nameless Records cresce ogni giorno di più; nonostante queste realtà lo tengano impegnato 365 giorni all’anno, Alberto è già al lavoro con il suo team a nuovi interessanti e innovativi progetti. Che ruotano tutti intorno alla cara lettera N.

Beat & Green ha preso il via, nel mese di settembre del 2016. È una serie di masterclass presso la scuola per dj e produttori di musica elettronica Recreative 12. Il brand Beat & Green nasce parafrasando i famosi meet and greet, gli incontri ravvicinati che si tengono da anni tra fan e artisti. Oggi Beat & Green mette faccia a faccia nuovi amanti del mondo della musica elettronica a professionisti del settore legato al djing, alla produzione musicale, alla discografia, al clubbing sino al branding mirato e ai grandi eventi. Beat & Green si tiene il venerdì di ogni due settimane. In cattedra, i maggiori player italiani e non, si confronteranno spiegando punti di vista, visioni, idee di un mondo in piena espansione. I protagonisti del music business risponderanno alle domande degli alunni presenti incalzati da Riccardo Sada, docente di Recreative 12 e giornalista per varie testate di settore.

0 Commenti

Venerdì con Alex Zullo a Beat & Green si parla di edizioni musicali, di etichette e di tanto altro

Proseguono le masterclass presso Recreative 12. Prossimo e undicesimo appuntamento: venerdì 17 febbraio 2017 con Alex Zullo.

 

Continua...


L'undicesimo appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,00 di venerdì 17 febbraio 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Alex Zullo. Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Alex Zullo significa avere la possibilità di relazionarsi con un esperto del settore, capace di approfondire argomenti che riguardano la discografia, l'editoria e la produzione musicale. Una chance, questa, per tutti di imparare a dialogare con uno dei personaggi storici della discografia indipendente.

Alex Zullo nasce come produttore negli anni '90. In quel periodo ha la fortuna di collaborare con tutte le entità discografiche dance più importanti già dagli esordi: produce infatti per Sony Dancepool, Emi Dance Factory, Media Records, Discomagic, Palmares, Full Time. Inizia successivamente a coprire il ruolo di A&R presso l'etichetta indipendente italiana Top Records di Guido Palma. Alex Zullo ama la musica in generale, non disdegna remixare brani per artisti sia italiani che stranieri, come “Praise My Dj” di Run From Run DMC feat. Justine Simmons, “You Know Malik” di Malik from The Outhere Brother. Per conto di Carosello Records, segue la supervisione della produzione di diversi remix, come quello di “Una Canzone Per Te” di Vasco Rossi, di “Teorema” per Marco Ferradini, di “Andamento Lento” per Tullio de Piscopo, di “You Are My First My Last My Everything” per Gloria Gaynor & Isaac Hayes, di “Ring My Bell” per Anita Ward, di “I Know a Place” per Bob Marley e di tanti altri. Con il socio e amico Stefano Colombo, nel 1999 fonda Fresca Records, che debutta con la hit “New Millenium” di Topazz e con brani di Ferry Corsten, Bartezz, E.C.O.H, Noname, Mario Fargetta, F.O.M e molti altri, tutti di livello internazionale. Coinvolto come editore con Nuove Fresca al progetto Brothers ("Sexy Girl”), Alex Zullo, sempre con Stefano Colombo, mette sotto contratto esclusivo editoriale Chris Hirt (ovvero Chris Reece), produttore zurighese già collaboratore del dj e produttore EDX. Con Nuova Fresca e One Trybal la coppia copre la mansione di A&R per compilation per brand come Disky Communication Holland, Weton & Wegram Holland e Fonit Cetra. Alex Zullo è stato A&R & Publishing Consulting per molti anni per la storica etichetta Carosello Records / Curci Ed. Mus. Poi passa a Dig It International. In commissione per la Street Parade per conto di Suisa (dal 2013 al 2015), Alex Zullo, sempre con Stefano Colombo, ha prodotto l’album di Michael Bublè & Frank Sinatra “The Kings of Swing”, premiato al Midem di Cannes con un Disco d’Oro. Attualmente vive in Svizzera, a Lugano, dove ha co-fondato FMC Phonograph. Qui si, occupandosi di produzioni musicali, Publishing e records, e sviluppando collaborazioni internazionali, realizza strategie in ambito digitale.


0 Commenti

Blasterz a Beat & Green

Proseguono le masterclass presso Recreative 12: una serie di incontri per conoscere da vicino i professionisti della musica elettronica. Prossimo e decimo appuntamento: venerdì 3 febbraio 2017 con Blasterz.

 

Continua...

Il nono appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,00 di venerdì 3 febbraio 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Alessandro Gemelli, aka Blasterz, che parlerà di cosa c'è dietro a un esperienza lavorativa all'estero, al djing e alla produzione. Blasterz è un dj e produttore italiano specializzato in musica dance elettronica. Con più di dieci anni di studi di pianoforte classico sulle spalle arricchiti dalla frequentazione alla SAE, attualmente è una delle più interessanti stelle nascenti della scena dei festival e del clubbing. Il suo stile è influenzato dai suoni della progressive house, della trance e dell'electro big room: il risultato è un mix di groove trascinante, beat e melodia che lo hanno portato a collaborare con le più grandi etichette del settore, come Revealed, Armada, Enhanced e altre ancora. Come Blasterz, Alessandro ha condiviso la consolle con alcuni dei più grandi personaggi del djing attuale, come Hardwell, Axwell, Nicky Romero, Afrojack e molti altri ancora. Ha anche suonato in tantissimi live, tra cui il Tomorrowland, in Belgio, nel 2013, 2014 e 2015, e nel resto del mondo, sino in India e Cina.

Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Blasterz, significa avere la possibilità di capire il valore aggiunto relativo al settore dell live, dei rapporti con grandi marchi, col clubbing, il djing e con la produzione musicale. Una chance, questa, per tutti di imparare a relazionarsi con la massa nel miglior modo possibile.

 

COSA è BEAT & GREEN. Ha preso il via, nel mese di settembre del 2016, una serie di masterclass presso la scuola per dj e produttori di musica elettronica Recreative 12. Si chiama Beat & Green, e - parafrasando i famosi meet and greet, gli incontri ravvicinati che si tengono da anni tra fan e artisti - mette faccia a faccia nuovi amanti del mondo della musica elettronica a professionisti del settore legato al djing, alla produzione musicale, alla discografia, al clubbing sino al branding mirato e ai grandi eventi. Beat & Green si tiene solo il mercoledì. In cattedra, i maggiori player italiani e non, si confronteranno spiegando punti di vista, visioni, idee di un mondo in piena espansione. I protagonisti del music business risponderanno alle domande degli alunni presenti incalzati da Riccardo Sada, docente di Recreative 12 e giornalista per varie testate di settore.

 

0 Commenti

Beat & Green sul marketing con Andrea Corelli

Proseguono le masterclass presso la scuola Recreative 12 tenute da Riccardo Sada: una serie di incontri per conoscere da vicino i professionisti della musica elettronica. Prossimo e nono appuntamento: venerdì 20 gennaio 2017.

 

Continua...

Il nono appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,30 di venerdì 20 gennaio 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Andrea Corelli, che parlerà di cosa c'è dietro al branding, all’immagine, al marketing e al successo degli artisti della musica elettronica. Universal, Warner e infine Sony. Andrea Corelli (qui con la dj dei Faithless, Sister Bliss), dj, produttore e discografico, sta dando un importante contributo al music biz, in particolare a quest'ultima multinazionale. “Spero di poter dare ancora molto all’azienda, in particolare combinando le mie capacità di marketing e alle mie competenze in ambito digital, che ritengo fondamentali per il mercato presente e futuro, ma soprattutto spero di imparare molto da colleghi che considero da sempre il top della discografia”, dice. Nato a Udine nel 1974, Corelli, grazie agli studi di pianoforte e all'amore per la musica, si è avvicinato al mondo dei dj quando aveva soltanto 16 anni. Ha lavorato nella maggior parte dei locali del Nord Est Italia e per diverse emittenti radiofoniche locali, che gli hanno dato l'opportunità di capire meglio il music business. Il 2 gennaio 2000 approda in Universal Music Italia. Nel 2001 va in Warner Music Italia, per coprire il ruolo di direttore artistico della divisione dance e crea il marchio M.O.D.A. La sua carriera come dj ha portato a essere protagonista della consolle di oltre un centinaio di locali in tutto il mondo. Ha creato il marchio Listen.To.It, con il marchio Music Promo realizza la guida “How To Get Signed” e nel 2015 ha insegnato presso la scuola di musica elettronica per dj Recreative 12 in quanto a esperto di Marketing & Promotion. Da giugno dello stesso anno è Product Manager, International Dance & Track Business per Sony Music Italy.

 

Ha preso il via, nel mese di settembre del 2016, una serie di masterclass presso la scuola per dj e produttori di musica elettronica Recreative 12. Si chiama Beat & Green, e - parafrasando i famosi meet and greet, gli incontri ravvicinati che si tengono da anni tra fan e artisti - mette faccia a faccia nuovi amanti del mondo della musica elettronica a professionisti del settore legato al djing, alla produzione musicale, alla discografia, al clubbing sino al branding mirato e ai grandi eventi. Beat & Green si tiene solo il mercoledì. In cattedra, i maggiori player italiani e non, si confronteranno spiegando punti di vista, visioni, idee di un mondo in piena espansione. I protagonisti del music business risponderanno alle domande degli alunni presenti incalzati da Riccardo Sada, docente di Recreative 12 e giornalista per varie testate di settore.

 

Qui Andrea Corelli è con Anastacia

 

Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Andrea Corelli, significa avere la possibilità di capire il valore aggiunto relativo al settore del marketing del djing, del clubbing e dell’intera club culture. Un lavoro attento che consolida una produzione musicale è ormai dibattito enlle maggiori sedi internazionali dove elettronica e industria musicale si incontrano. Una chance per tutti di imparare a relazionarsi con la massa nel miglior modo possibile.

0 Commenti

Beat & Green sull’immagine con Christian Vlad

Proseguono le masterclass presso la scuola Recreative 12 tenute da Riccardo Sada. Prossimo e ottavo appuntamento: venerdì 13 gennaio 2017 Christian Vlad

 

Continua...

L'ottavo appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,30 di venerdì 13 gennaio 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Christian Vlad, che parlerà di cosa c'è dietro la comunicazione di un dj, dell'importanza della parte audiovisiva per un progetto sia discografico che legato al live. Dj e producer italiano, Vlad è stato nell'arco 2007-8 resident all’Hollywood di Milano e dj per la Uefa Champions Club allo dello stadio Meazza di Milano. Inizia l’avventura Soul Set, due ore di house e deep all’interno del Discoradio Party. Nell’inverno 2009 è resident al Luminal di Milano e partecipa al “J-DJ – Jack Daniels Music Factory Tour”. Nel 2010 il suo “Zebra” (su Jolly Roger / Sound of Pirates!) è prodotto insieme a Simon De Jano. Comincia a collaborare con Match Music in veste di vj conducendo il programma “In Da House” e conduce “Dance Corner”. A inizio 2012 su Time esce “All About you” co-prodotto con Vincent Lupo. Nel 2013 esce su Molto Recordings con “Bangkok”. In agosto su Hotfingers esce “Message 4 U” , co-prodotto con Alex Tozzo, seguito da “Do Love” per Sound Division. Per la stagione invernale 2013-14 è guest al Tocqueville 13 di Milano. A maggio su Sound Division esce “In Your Eyes” e a ottobre “Opportunity” su Area 94. Nel mese di ottobre “Dance Corner Mix” sbarca su Radio Studio Più. Info: www.christianvlad.com

Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Christian Vlad, significa avere la possibilità di capire il valore aggiunto del mondo audio: cioè il video. Clip, teaser che rafforzano l'immagine aumentando le informazioni da veicolare nel settore e che si inseriscono nel contesto della promozione e della comunicazione legata ai media tradizionali e non. Una chance per tutti di imparare a relazionarsi con la massa nel miglior modo possibile.

Ha preso il via, nel mese di settembre del 2016, una serie di masterclass presso la scuola per dj e produttori di musica elettronica Recreative 12. Si chiama Beat & Green, e - parafrasando i famosi meet and greet, gli incontri ravvicinati che si tengono da anni tra fan e artisti - mette faccia a faccia nuovi amanti del mondo della musica elettronica a professionisti del settore legato al djing, alla produzione musicale, alla discografia, al clubbing sino al branding mirato e ai grandi eventi. Beat & Green si tiene solo il mercoledì. In cattedra, i maggiori player italiani e non, si confronteranno spiegando punti di vista, visioni, idee di un mondo in piena espansione. I protagonisti del music business risponderanno alle domande degli alunni presenti incalzati da Riccardo Sada, docente di Recreative 12 e giornalista per varie testate di settore.

 

 Recreative 12 Via Vitruvio 43, 20124 – Milano - Tel. 02 36529537 Web: www.recreative12.com Info: press@recreative12.com

1 Commenti

Beat & Green sulla produzione con The Buildzer

Proseguono le masterclass presso la scuola Recreative 12 tenute da Riccardo Sada: una serie di incontri per conoscere da vicino i professionisti della musica elettronica. Prossimo e settimo appuntamento: mercoledì 14 dicembre 2016.

 

Continua...

Il terzo appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,00 di mercoledì 14 dicembre 2016 con Flavio Morana, in arte The Buildzer, uno tra i più raffinati produttori di bass music in Italia. Siciliano doc ma milanese d'adozione, produce da oltre 15 anni e da più di dieci lavora come sound engineer in Radio Mediaset, una delle più importanti società radiofoniche italiane che comprende Radio 105, Virgin Radio, R 101 e Radio Montecarlo. Producer ed engineer per i principali progetti rap italiani, come Marracash, Roccia Music e Machete, ha collaborato e remixato altri nomi noti come Cyberpunkers o Reset! Presso l’E.m.i.t. di Milano con il professor Gualtiero Berlinghini, storico fonico dei Pooh, Flavio Morana è riuscito a comprendere le proprie potenzialità sino ad arrivare a conoscere realtà come Universal Music e Sony oltre che presentare seminari per l'accademia del Teatro alla Scala e SAE. Da qualche anno, grazie al Maestro Luca Orioli, gestisce la sala di mastering di Artambo Studio dove orbitano i più brillanti artisti della scena dance nazionale e internazionale. Flavio ha fatto sempre ballare l'occhio e anche l'orecchio, infatti troviamo la sua ultima creazione, l'etichetta High Scream Records, già certificata tra le prime 25 top labels indipendenti mondiali per volume di vendite nel suo genere.

 

Con The Buildzer c’è la possibilità di relazionarsi con un professionista del settore della discografia indipendente e soprattutto con un grande esperto di produzione. The Buildzer spiegherà l’iter produttivo, il modo di organizzare la produzione e il processo relativo alla realizzazione di un brano musicale. Una chance, per tutti, di imparare a relazionarsi con un professionista nel miglior modo possibile.

0 Commenti

Primo workshop Beat&Green: si inizia con Corrado Rizza da Miami

Con il workshop e la presentazione del libro "Anni Vinilici" di Corrado Rizza, mercoledì 28 settembre, presso la scuola Recreative 12 di Milano, inizia la serie Beat&Green, l'incontro con i maggiori esponenti dell'industria musicale legata all'elettronica, ai dj e al clubbing italiani e non.

 

Continua...

Mercoledì 28 settembre, presso la scuola Recreative 12 di via Vitruvio 43 a Milano,alle 16,30, il dj, produttore e autore Corrado Rizza presenterà il suo libro “Anni Vinilici – Io e Marco Trani 2 DJ”, un volume della collana Passioni Pop edito da VoloLibero (208 pagine con interventi di Jovanotti, Roberto D’Agostino, Fiorello, Mauro Ferrucci e la postfazione di Marinella Venegoni, giornalista de La Stampa).

 

“Anni Vinilici” è un libro di ricordi avvincenti per chi ama il mondo della musica e del costume della fine del Novecento, “venato di un entusiasmo che sa di fanciullezza prolungata. Perché in fondo, vivendo dentro la musica, si resta eternamente giovani”, spiega nella sua postfazione la Venegoni.

 

Dalle ore 18,30, autore e alunni si trasferiranno al Blanco di Milano, in via Morgagni, dove VoloLibero Edizioni presenterà il libro alla stampa.

Interverrà il dj e giornalista Luca De Gennaro. Corrado Rizza (in una immagine storica con Marco Trani), nato a Roma ma trasferitosi da qualche anno a Miami, terrà al Blanco di Milano un esclusivo dj set a base di dischi rigorosamente in vinile.

 

0 Commenti