Rapid di Parawave è davvero una macchina potente

Rapid della Parawave Audiodesign è passato inosservato? Male. Molto male. Segnalatoci dal produttore Roberto Baldi direttamente da un collegamento da New York, Rapid (VST / AU) è chiaramente un concorrente diretto del VPS Avenger di Vengeance-Sound. Tra le somiglianze tra i due, c'è che entrambi sono costruiti su estese architetture a otto layersi (sebbene Avenger abbia in realtà nove livelli se si include il suo oscillatore Drums). Entrambi poi presentano librerie enormi ed espandibili di forme d'onda, campioni e wavetables; ed entrambi hanno più opzioni di modulazione ed effetti di quanti la maggior parte degli utenti avrà mai bisogno.
Al di là di questa struttura concettuale condivisa, tuttavia, vi sono differenze marcate negli approcci dei due sintetizzatori.
Gli otto livelli di Rapid sono accessibili tramite le cosiddette schede verso la parte superiore dell'interfaccia. Ognuno è effettivamente un synth completo a sé, che comprende tre oscillatori, un filtro, un effetto di inserimento post filtro (che può essere un secondo filtro tra le altre cose), un sistema di modulazione completo, un arpeggiatore e un rack a slot a sette effetti. Il modo in cui mette insieme i layers dipende interamente dal proprio intervento.
Cliccando sulla parte superiore di un display dell'oscillatore si apre un browser sovrapposto dal quale è possibile selezionare uno dei 260 wavetables o 196 multisample come segnale sorgente per quell'oscillatore. La stragrande maggioranza di questi suoni sono digitali, ma ci sono anche una manciata di strumenti acustici ed elettrici, così come alcune drum kit e dei menù di elementi kit molto alla moda. Rapid con le sue Extensions di Parawave (Electronic Energy a 50 euro, 1,2GB di preset, wavetables e campioni di un sapore decisamente big room) diventa ancora più potente.egli otto processori di effetti trasformativi - distorsione valvolare e fase, hard sync, rumore, randomizzazione di fase e fase, larghezza dell'impulso e modulazione ad anello - con le manopole FX Amount e / o FX Factor che controllano uno o due parametri di ciascuno (mod profondità e durata dell'impulso per la modulazione dell'ampiezza dell'impulso, ad esempio).