Una sezione dedicata ai synth rari su un museo on-line

Un archivio che contiene oltre 60mila strumenti da collezion è quello relativo al progetto chiamato Musical Instrument Museums Online, che vanta un'intera sezione dedicata ai synth rari, abbastanza nutrita da rendere qualsiasi techno e tech dipendente e debole di cuore, fuori di testa. Gli elementi di nota includono una console fatta dalla EMI, un prototipo di una drum machine degli anni '70, un modulare degli anni '60 di Moog e un organo Univox. Purtroppo, è improbabile che qualcuno sia in grado di usarne qualcuna per sfruttarla per realizzare dei tutorial. Certo ci sono kit come il modello analogico IK Multimedia venduto a meno di 200 sterline (circa 300 euro), per non parlare del classico Roland a Pedale TC al prezzo di 99 sterline (150 euro. L'archivio digitale non si ferma nemmeno alle tastiere e simili. Ospita dettagli di oltre 60mila strumenti provenienti da collezioni ospitate in istituti europei e africani. Per fare un'ulteriore occhiata alla collezione e quindi approfondire il giro turistico tra questi pezzi di antiquariato, basta cliccare qui.