Solo distributori e professionisti guadagneranno col digitale

La tecnologia di riconoscimento musicale (MRT) genererà milioni di artisti indie ma solo distributori e professionisti ne guadagneranno. la MRT dovrebbe espandersi a livello globale nel 2019, con artisti indie e dj che realizzeranno pagamenti sostanzialmente maggiori in futuro.
Ora, la domanda è quanto velocemente l'industria possa implementare la MRT in loco per riconoscere e pagare milioni di royalties agli artisti indipendenti. E, ciò che gli stessi indipendenti possono fare per accelerare questo cambiamento e aumentare le loro entrate.
La tecnologia di riconoscimento musicale è esattamente ciò che sembra, e già una tecnologia matura. Shazam (ora di proprietà di Apple) è l'iterazione per la maggior parte ampiamente conosciuta della tecnologia di riconoscimento per i consumatori, anche se qualcosa di simile può essere facilmente implementato all'interno di ogni club, bar, sede, arena e festival in tutto il mondo.
DJ Monitor, con sede ad Amsterdam, ad esempio, è un fornitore leader di soluzioni MRT b2b, anche se altri contendenti in questo spazio includono BMAT e Yacast. DJ Monitor installa un monitor montabile su rack all'interno di un locale, quindi tiene traccia di tutto ciò che segue. Questi rapporti vengono quindi elaborati e inoltrati ai professionisti. La tendenza all'aumento della MRT in sede è stata innescata da alcuni dei primi motori, tutti coordinati in diversi settori. Già un certo numero di "pro" a inizio carriera stanno adottando soluzioni MRT in sede e, infine, seguono indie e dj nei club, nei festival e in altri luoghi. Tra i principali contendenti ci sono BUMA / Stemra nei Paesi Bassi e SACEM in Francia.
Uno dei principali sostenitori della MRT è Ralph Böge, capo della Paradise Distribution di Berlino. In qualità di distributore, i pacchetti Paradise completano le consegne di metadati alle società di MRT come DJ Monitor, mentre forniscono simultaneamente i metadati corrispondenti ai professionisti. Il risultato è che gli artisti distribuiti su Paradise sono in una posizione migliore per acquisire le royalties in loco, specialmente quando un professionisti lavora con un provider MRT. In definitiva, Paradise vede la distribuzione come qualcosa di più della semplice consegna di canzoni alle piattaforme di streaming. Invece, lo scambio di dati e l'analisi sono ora ugualmente importanti, con varie parti della catena collegate correttamente con i dati.