Deep Deejay sbarca sulla californiana Vudeux Records

A Carmine Antonio Vaj aka Deep Deejay, recrew di r12, nella vita è sempre piaciuta la musica. Sin da piccolo ascoltava gli stessi brani dei suuoi genitori, come i Queen, i Rolling Stones e i Beatles. Poi ha ricevuto il suo primo lettore cd con cui realizzava compilation di musica Italo dance. Successivamente è passato a sonorità molto più cupe e ipnotiche, techno, minimal, progressive. "Andavo sempre alle serate del Matrix per seguire i miei dj preferiti, come Ricky Le Roy, 00XZicky, Paco Ymar, e da lì sono passato alla scena dei rave per qualche anno, per poi tornare ai giorni d'oggi, quando mi sono innamorato della tech house e della techno". Il suo idolo indiscusso ora è Carl Cox. "Ho cominciato la mia carriera da dj nei villaggi turistici partendo come animatore per poi diventare tecnico dj audio luci, grazie anche al mio capo dell'epoca che vide in me del potenziale in quel settore. Ho anche deciso di studiare presso r12 facendo vari corsi".

L'estate 2017 per Deep Deejay è stata importante: sono usciti due suoi EP da 2 tracce l'uno per l'etichetta californiana Vudeux Records: "One Attack EP" e "Anathem EP". Ha suonato anche in Egitto nel 2014, quando faceva il dj in un villagio locale. "Attualmente suono al Lostown di Brugherio come resident e anche in vari posti della mia città".