· 

Women in Dance Music Collective, le donne si alleano in Inghilterra

La nuova organizzazione musicale per l'industria musicale tutta al femminile, Women in Dance Music Collective, sarà lanciata alla Brighton Music Conference di questo mese. Il WDM Collective è stato creato per amplificare la visibilità di tutte le donne che lavorano con l'industria della musica dance elettronica. Presso BMC18, WDM Collective ospiterà anche il primo di quattro eventi in tutta Europa che si svolgerà nei prossimi 12 mesi. Sponsorizzata da Native Instruments, l'edizione Brighton presso l'Hotel Pelirocco è un invito per incontrare il pubblico. The Women in Dance Music è stata fondata da Jude Thompson di Indigo Talent e da Sacha. Il collettivo WDM sta attualmente nominando otto ambasciatrici che saranno annunciate entro la fine dell'anno. Soci fondatori dell'organizzazione includono realtà come She Said So, Women Produce Music, Keychange EU e AFEM. Per ulteriori informazioni su come iscriversi a WDM Collective, basta contattare Jude Thompson, co-fondatrice di WDM Collective. Che ha dichiarato: "Il collettivo di Women in Dance Music vuole essere una piattaforma in cui le persone possano connettersi, condividere storie, ispirarsi e promuoversi a vicenda. Sosterremo la visibilità delle donne, incoraggiando nuovi entranti e coltivando stelle nascenti. Vogliamo motivare e supportare cambiamenti positivi a tutti i livelli".

Brighton Music Conference (BMC18) è la più importante conferenza di musica elettronica del Regno Unito e ritorna per il suo quinto anniversario al Brighton Dome in varie sedi il 25 e 28 aprile. La kermesse ospiterà 182 persone provenienti da tutto il mondo della musica, della vita notturna, della tecnologia e del digitale. Le organizzazioni e i protagonisti coinvolti sono Irvine Welsh, Eats Everything, Friction, Sam Divine, PRS For Music, BPI, AIM, AFEM, AIF, ACS, LNADJ, Help Musicians, BBC Radio 1 Newsbeat, Fabric, SoundCloud, Virgin / EMI, Believe, SW4, Defected, Toolroom, DJ Mag e tantissimi altri marchi, a cui ovviamente si aggiunge quello di Women in Dance Music Collective guidato da  Jude Thompson (nella foto a fianco).