· 

Facebook sfida YouTube, accordo con Universal Music

Facebook compie il primo vero passo nel mondo degli affari musicale e diventa un notevole rivale per YouTube. Il social di Mark Zuckerberg ha stretto un accordo di licenza globale pluriennale con l'etichetta Universal Music Group. Grazie al deal, il colosso social da due miliardi di iscritti permetterà a questi di caricare legittimamente filmati con le musiche di brani della major controllata dalla francese Vivendi, e non solo sul social ma anche su Instagram e sulle altre piattaforme controllate. Tra gli artisti di Universal figurano colonne della dance come Afrojack, Axwell /\ Ingrosso, Zedd, Eric Prydz, Tiësto e tantissimi altri, a cui si aggiungono i re e le regine del pop come Jay-Z, Rihanna, Justin Bieber. Un importante colpo questo messo a segno dalla company di Menlo Park, che mette in difficoltà YouTube (controllata da Google) che proprio pochi giorni fa ha stretto un'intesa con la stessa Universal e con Sony Music Entertainment. Nemmeno Spotify o Apple Music possono star tranquilli.

Per ora Facebook non lancia un servizio di musica in streaming ma questo accordo potrebbe essere apripista per novità future. Il social conferma la sua strategia di voler valorizzare i video online, con l'obiettivo di spingere gli utenti a guardare e condividere sempre più filmati e di attrarre investitori pubblicitari. Qualche giorno fa ha annunciato che dal prossimo anno gli spot verranno introdotti a inizio clip e saranno di sei secondi. Una novità che riguarderà, secondo quanto anticipato dal Wall Street Journal, i video presenti nella piattaforma dedicata che si chiama Watch.