· 

Behringer prosegue la sua battaglia dei cloni: tocca ad ARP 2600, WASP e non solo

Behringer ha rivelato piani per mettere in commercio altri cloni dei più classici sintetizzatori analogici esistenti. La casa ha aggiornato il proprio sito con i dettagli per le nuove versioni di modelli come il WASP DELUXE con doppio OSC, VCF, Multi-Mode VCF, 16-Voice Poly Chain e formato Eurorack. Non solo, Behringer è andata oltre con un sintetizzatore analogico semi-modulare come l'ARP 2600 (con 3 VCO e VCF multimodale in formato rack da 6 ottave) e il sintetizzatore analogico CAT (con doppio VCO, 4 forme d'onda miscelabili, processore di segnale esterno, catena polifonica a 16 voci e ancora in formato Eurorack Non è finita, in arrivo anche un sintetizzatore analogico come il SYNTHI VCX3 (con 3 VCO, VCF, LFO, Ring Modulator e Reverb MS-101-BK, MS-101-GY, MS-101-BU.

Sembra che Behringer sia pronta a comunicare informazioni più dettagliate sui piani commerciali a inizio del processo di sviluppo, come è stato fatto con il Behringer D. Sembra infine anche che i synth non siano dei semplici  cloni degli originali ma riprogettati per supportare MIDI, adattarsi al formato Eurorack, aggiungere supporti USB,e tanto altro ancora. È probabile che differiscano dagli originali usando il moderno metodo di produzione a montaggio superficiale, come il Behringer D. Maggiori informazioni igiungeranno poco prima della prossima edizione del NAMM Show 2018.