Le masterclass: Kenny Carpenter

Il secondo appuntamento dell'anno 2017/18 per il Beat & Green è fissato alle ore 15,00 di venerdì 1 dicembre p.v., quando, in cattedra, davanti agli alunni, ci sarà Kenny Carpenter, dj e produttore statunitense.

PERCHÉ PARTECIPARE: IL PLUS. Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Kenny Carpenter, significa avere la possibilità di relazionarsi con un esperto del settore, scoprire i segreti della produzione discografica, del mondo del djing, del live e del clubbing. Una chance, questa, per tutti di imparare a dialogare con uno dei personaggi storici della musica elettronica insieme al suo manager per l'Italia Maurizio Clemente.


CHI: IL PROTAGONISTA, un approfondimento. Un nome leggendario, dallo Studio54 di New York ai migliori club di tutto il mondo. Kenny Carpenter è un autentico mito del djing, e il suo nome è associato ad un locale che negli anni ’70 ha rivoluzionato il clubbing in tutto il mondo, e ha fatto della trasgressione, dell’edonismo e della provocazione. Stiamo parlando dello “Studio 54” di New York, meta ambita dai personaggi dello star system statunitense, dall’intellighenzia e dal mondo dell’arte e della moda. Negli anni ’90 The Ministry of Sound, uno dei più importanti club e casa discografica di Londra, ingaggia Ken per un tour di un mese in Scozia, Irlanda e Inghilterra. Durante gli anni ha suonato molte volte in Giappone, nei più trendy locali notturni di Tokyo, Osaka e Sapporo e ha fatto annuali tour stagionali in Grecia, Spagna e Italia, mettendo dischi nei luoghi più modaioli di Atene, Mykonos, Ibiza, Milano, Napoli e Roma. Per 4 anni ha “scosso” con il suo show settimanale in una stazione radio di New York WBLS 107.5 FM. Si è accredidato mixando e producendo brani dance per varie etichette indipendenti, compreso la sua produzione di “Season of time” e “l’inno” del club “Set it off” con la Jus Borne. Negli ultimi mesi sta lavorando per la realizzazione di due importanti remix: il primo “Stand By Me”, canzone che ha entusiasmato molte generazioni dal 1968 ad oggi…la canzone originale è del cantante Ben E. King e il secondo è la famosissima canzone “Billie Jean” di Michael Jackson. Dopo oramia 30 anni, grazie al suo inconfondibile stile e alla sua versatilità, lavora sia in locali di tendenza e fashion realizzando però il medesimo risultato: un evento musicalmente esclusivo, pieno di energia ed un’atmosfera irripetibile. Facile così intuire perché sia considerato uno dei fondatori e divulgatori dell’House Music nel mondo.