Dietro alla colonna sonora di Stranger Things c'è un infinito sound design

Kyle Dixon e Michael Stein fanno parte della band S U R V I V E: la coppia ha curato la sonorizzazione del serial televisivo e oggi propone come protagonista nelle colonne sonore.

 

Continua...

Kyle Dixon e Michael Stein sono i re del layering, amano stratificare suoni di synth e con disinvoltura sono arrivati a comporre e produrre la colonna sonora di "Stranger Things", che su Netflix è giunto alla seconda e attesissima stagione.

Tutto nacque da una email che la coppia ricevette direttamente dai registi di "Stranger Things" anni fa.

"Erano nostri fan, amanti dei S U R V I V E. Avevano usato una traccia del nostro primo disco in un finto trailer che avevano fatto per proporre il concetto della serie a Netflix, prima ancora di chiederci di partecipare al progetto", spiegano i due. 

Stein lavorava a Switched On, un negozio di musica elettronica di Austin, nel Texas, dove si occupava di riparazioni, oltre che a registrare e produrre album di musicisti della zona.

Per dare un sapore anni Ottanta alla colonna sonora, i due si sono impegnati a bilanciare gli elementi contemporanei e le sfumature vintage del mondo dei synth. "Il trucco è produrre tantissimi brani in modo poi da selezionarne successivamente i migliori"

 

In "Stranger Things" chiaramente ci sono tante tracce che suonano molto alla Tangerine Dream, alla Carpenter. Ma questo c'era da aspettarselo.