Nuovo album per The Bloody Beetroots

Il sound unico e viscerale di Bob Rifo dà vita a dozzine di remixes per grandi artisti e a un lavoro tutto nuovo, pieno di energia e di sound design.

 

Continua...

Sin dall’uscita del suo primo disco nel 2006, la barriera linguistica non ha certamente impedito all’italianissimo Sir Bob Cornelius Rifo, uno dei più interessanti producers nel panorama della musica elettronica nonché talentuosissimo cantautore ed ideatore dei The Bloody Beetroots, di connettersi con il pubblico di tutto il mondo. Il sound unico e viscerale della sua creatura è stato sempre ispirato dall’amore di Rifo per i comic books e per il punk rock, ed è stato utilizzato sia da programmi televisivi che da video games, dando vita a dozzine di remixes per grandi artisti quali Chemical Brothers, Depeche Mode, The Refused, Peaches, e Britney Spears.

Il titolo del nuovo lavoro è un tributo ai Sex Pistols ed al film ‘The Great Rock and Roll Swindle’ diretto da Julian Temple che è stato un segno della fine di un’era. La fine del Punk. Rifo recupera il concetto applicandolo alla musica elettronica perché il mercato sta comprimendo i generi cosi tanto da decretare la fine della musica elettronica stessa. 

“The Great Electronic Swindle” vede molte collaborazione provenienti dal mondo del rock, come nel caso dei Gallows, di Anders Friden degli In Flames, Deap Vally e JET, con i quali è tornato a collaborare per il doppio singolo “My Name Is Thunder”. Partecipano al disco anche Greta Svabo Bech, conosciuta per la sua voce angelica, Eric Nally (Foxy Shazam) e Mr. Talkbox, oltre a Jay Buchanan dei Rival Sons che si cimenta con la ballata “Nothing But Love”. Incluse nelle 17 tracce dell’album anche tre brani strumentali, “The Day Of The Locust”, “10,000 Prophets” e “Saint Bass City Rockers.” 

La copertina dell’album è ancora una volta creata dal designer Tanino Liberatore, leggendario autore di fumetti, ed illustratore di prim’ordine. Liberatore, antico amore giovanile di Rifo, ha creato RanXerox, uno dei più iconici anti-eroe che veniva ospitato sulle pagine di Heavy Metal. 

Il 27 Ottobre, a supporto dell’uscita di The Great Electronic Swindle, i The Bloody Beetroots  partiranno da San Diego con il loro Tour “My Name Is Thunder”, e suoneranno in tutte le citta più importanti della scena musicale statunitense, e Canadese. I fans di San Francisco, Los Angeles, Salt Lake City, Denver, Minneapolis, Chicago, Detroit, Toronto e New York torneranno a sperimentare lo show dei The Bloody Beetroots dopo tre anni dagli ultimi concerti sui palchi americani.

 

 

La Track list di The Great Electronic Swindle:

1. "My Name Is Thunder" The Bloody Beetroots  + JET

Il doppio singolo “My Name Is Thunder” racchiude i vari generi che definiscono The Bloody Beetroots, la prima versione caratterizzata dai sintetizzatori e bit elettronici, mentre l’altra versione è guidata dalle chitarre rock & roll dei JET.

2. "Wolfpack" featuring Maskarade

Maskerade è il progetto di Brandon Allen Bolmer, un uomo del rinascimento moderno, accreditato come cantante, compositore, designer grafico, e visual artist.

3. "Nothing But Love" featuring Jay Buchanan

Jay Buchanan è il cantante dei Rival Sons, una band di blues rock spesso paragonata ai Led Zeppelin e ai The Animals.

4. "Pirates, Punks & Politics" featuring Perry Farrell

Perry Farrell è il frontman dei Jane’s Addiction, leggende del rock alternative, e creatore del Lollapalooza.

5. "Invisible" featuring Greta Svabo Bech

Greta Svabo Bech è la cantautrice che ha guadagnato notorietà per le sue collaborazioni con deadmau5 su “Raise Your Weapon” e con The Bloody Beetroots su “Chronicles of a Fallen Love” dall’album Hide.

6. "All Black Everything" featuring Gallows

Gallows sono una band hardcore punk inglese che ha avuto continui successi in classifica in UK.

7. "Irreversible" featuring Anders Friden

Anders Friden è il cantautore e frontman degli In Flames, band di melodic death metal svedese, vincitrice di 4 Grammi svedesi e del Metal hammer Golden Gods, con una carrier ventennale.

8. "Enter The Void" featuring Eric Nally

Eric Nally è conosciuto per la sua carriera con i Foxy, comparati da Alternative Press ai Queen, My Chemical Romance and The Darkness. È anche conosciuto per la sua performance in “Downtown” di Macklemore e Ryan Lewis. 

9. "Future Memories" featuring Crywolf

Crywolf è l’incarnazione dello tsunami musicale che sta sommergendo l’industria a suon di coscienza di se e della musica.

10. "The Great Run" featuring Greta Svabo Bech

11. "Kill or Be Killed" featuring Leafar Seyer 

Leafar Seyer suona con i Prayers, la band goth SoCal Chicano che si concentra sulla realtà di chi cresce per strada e sulla vita nelle gang.

12. "Saint Bass City Rockers"

13. "Hollywood Surf Club" featuring Mr. Talkbox

Dopo aver ascoltato il lavoro di Mr. Talkbox (a.k.a. Byron Manard Chambers) in 24k Magic di Bruno Mars, Bob ha deciso che doveva lavorare con lui. Un artista passionale, maestro del urban gospel contemporaneo e del R&B bilanciato da un tocco di funk. 

14. "The Day Of The Locust"

15. "10,000 Prophets"

16. "Drive" featuring Deap Vally

Deap Vally, duo della scena alt rock di Los Angeles, sono stati definiti dalla BBC "un incontro tra i White Stripes ed i Led Zeppelin” e sono stati un tour con Garbage, Muse e Red Hot Chili Peppers.

17. "Crash" featuring Jason Aalon Butler

Jason Aalon Butler è uno dei più fisici e potenti front men della musica moderna. Dopo Letlive continua ad accrescere la sua reputazione come poderoso cantante da concerto con la punk rock band The Fever.