Furkan Kunt vince l’edizione 2017 di Burn Residency

Il vincitore si aggiudica un contratto del valore di 100mila euro, che saranno investiti per lo sviluppo della sua carriera artistica e discografica.

 

Continua...

È il dj e produttore turco Furkan Kurt il vincitore dell’edizione 2017 di BURN Residency, che ha superato gli altri due finalisti, l’italiano Lorenzo De Blanck e il francese Dualitic al termine di una serie di selezioni e panel che hanno visto tra i mentori Carl Cox, Pete Tong e Luciano. Kurt si aggiudica un contratto del valore di 100mila euro, che saranno investiti per lo sviluppo della sua carriera artistica e discografica e succede all’italiano Lollino, vincitore dell’edizione dello scorso anno. Ben 10mila i partecipanti provenienti da 26 nazioni all’edizione 2017 di BURN Residency: 16 i selezionati ai bootcamp ibizenchi, così come non sono mancate loro le opportunità di suonare in festival di riferimento quali Kappa FuturFestival e Alfa Future People e nei migliori club ibizenchi, e soprattutto di trovarsi in studio di registrazione con i mentori di cui sopra per importanti sessioni, esperienze comunque uniche e formative da ogni punto di vista.

 

“Iniziative come BURN Residency sono importanti, sono strumenti importanti che permettono ai più giovani di confrontarsi con mentori e anche tra di loro – ha spiegato Pete Tong – Noi cerchiamo di raccontare la nostra esperienza e spiegare che per diventare dj servono talento, fortuna e tanta costanza. E si deve essere se stessi, mai seguire un genere musicale perché va di moda. Le mode passano, le passioni no”

Sulla stessa preziosa linea d’onda Luciano. “La figura del dj è cambiata tantissimo da quando ho iniziato io. Prima era un’entità per certi aspetti misteriosa, adesso è molto più popolare, non so dire se sia meglio o peggio, come ogni realtà ci sono pro e contro; tante più opportunità ma anche tantissima concorrenza; credo però che non si possa diventare dj perché si vuole diventare famosi o ricchi. Si deve diventare dj soltanto se si ama la musica e si vuole trasmettere energia e amore al pubblico davanti alla propria consolle” .

 

a cura di BURN Italy; foto di Marc Sethi

 

 

Info www.burn.com