IMS Business Report: quanto vende la musica elettronica

Mentre sono 12 miliardi i flussi di musica elettronica mensili su Spotify, la bibbia dell'economia Forbes, rivista temuta per le sue classifiche, rammenta che i profitti dei dj sono scesi dell'uno per cento.

 

Continua...

 

Kevin Watson di Danceonomics.com, per l'IMS Business Report 2017, precisa che “l'industria musicale elettronica globale cresce del 3 per cento l'anno e che dal mese di maggio del 2016 a oggi ha mosso 7,4 miliardi di dollari”. Lo studio economico approfondito sulla musica elettronica copre tutti gli aspetti del genere stesso. Alcuni dei punti principali che emergono dallo studio di Watson mettono luce sulle vendite e sui generi musicali che vanno per la maggiore negli Stati Uniti: la dance nella nazione a stelle e strisce è ora il quinto genere più popolare.

 

Questi sono i dati.

 

La Germania, monitorando e incrociando i dati con quelli di Beatport, svetta nei suoi profitti grazie alla techno. La bass music e l'universo drum and bass dopo tanta sperimentazione crescono a vista d'occhio in tutto il pianeta. Mentre sono 12 miliardi i flussi di musica elettronica mensili su Spotify, la bibbia dell'economia Forbes, rivista temuta per le sue classifiche, rammenta che i profitti dei dj sono scesi dell'uno per cento. Tra le nuove tendenze all'interno dei social media, i dj vedono aumentare i propri seguaci in modo notevole e più velocemente su Instagram rispetto che su Facebook. E anche in questo caso ci sono dei protagonisti come i Chainsmokers che hanno visto crescere la loro fanbase di 28mila seguaci al giorno nell'ultimo anno. Per la serie diversità di genere, si scopre che le line-up dei festival danno la possibilità solo al 17 per cento delle donne di esibirsi. Senza contare che le vendite di strumentazioni per dj, come consolle, mixer e giradischi, negli Stati Uniti sono raddoppiate rispetto a quella di strumenti tradizionali come le chitarre. Info su www.danceonomics.com

 

 

Qui per iscriversi alla community.