Per Minijam è l'ora del crowdfunding

Minijam Studio punta su dispositivi compatti e convenienti concentrandosi sull'hardware piuttosto che sul software.

 

Continua...

 

Minijam Studio è ora in crowdfunding e sembra destinato a colpire il suo target attraverso Kickstarter. Sviluppato da Mindflood, il team che sta dietro ai moduli di Patchblocks, il Minijam Studio sposa il concetto di un piccolo studio di registrazione musicale ma è perfetto anche per prestazioni dal vivo. In pratica, Minijam Studio punta su dispositivi compatti e convenienti concentrandosi sull'hardware piuttosto che sul software, senza l'utilizzo alcuno di app o altro.

 

La squadra è composta da tek.drum (percussioni), tek.waves (sintetizzatore), tek.filter (filtro analogico), .hub (mixer audio) e .boom (altoparlante). Ogni unità può essere utilizzata singolarmente o come parte integrante di un set-up, con tutte le macchine alimentate da batterie ricaricabili. Il mixer consente inoltre di integrare altri dispositivi. Ogni pezzo costa 45 sterline, poco più di 50 euro, mentre l'intero set costa 130 sterline, poco più di 150 euro. Per supportare Studio Minijam su Kickstarter basta cliccare qui: https://www.kickstarter.com/projects/2012099678/minijam-studio-portable-music-machines

Scrivi commento

Commenti: 0