Quanto genera la musica: IFPI Global Music Report 2017

Alla fine del 2016 c'erano 112 milioni di utenti di sottoscrizioni streaming streaming musicali che conducevano una crescita del fatturato dello scorso anno sul 60,4%.

 

Continua...

IFPI con i suoi Global Music Report 2017 comunica i ricavi globali registrati legati alla musica e aumentati del 5,9%. Sono 112 milioni gli utenti che hanno sottoscritto un pagamento in streaming e che hanno permesso l'aumento e la crescita dei ricavi in streaming del 60,4%. Il reddito digitale rappresenta oggi il 50% dei ricavi globali. Il "gap di valore" rimane la sfida più grande per una crescita sostenibile. Il mercato musicale globale registrato è cresciuto del 5,9% nel 2016, il più alto tasso da quando IFPI ha iniziato a seguire il mercato nel 1997, secondo la relazione IFPI Global Music Report 2017, pubblicata oggi. I ricavi totali per il 2016 sono stati US $ 15,7 miliardi. Il reddito digitale ha registrato per la prima volta la metà del fatturato annuo della divisione musicale mondiale. La crescita dello streaming ha compensato un calo del 20,5% nei download e una diminuzione del fatturato fisico del 7,6%. Lo streaming sta aiutando a stimolare la crescita nello sviluppo dei mercati di musica, con la Cina (+ 20,3%), l'India (+ 26,2%) e il Messico (+ 23,6%) che vedono una forte crescita dei ricavi.

Le case discografiche hanno alimentato questa crescita dei ricavi attraverso investimenti continui, non solo negli artisti ma anche nei sistemi che supportano le piattaforme digitali, che hanno permesso la concessione di licenze di oltre 40 milioni di tracce attraverso centinaia di servizi. L'industria sta ora lavorando a un ritorno della crescita sostenibile dopo un periodo di 15 anni, durante i quali i ricavi sono scesi di quasi il 40%. Il successo richiede la risoluzione della distorsione del mercato conosciuta come "gap di valore".

Frances Moore, chief executive di IFPI, ha commentato: "La crescita dell'industria segue anni di investimenti e innovazione da parte delle aziende musicali nel tentativo di guidare un mercato dinamico nella musica digitale. Il potenziale della musica è illimitato ma per rendere tale crescita sostenibile, e per mantenere gli investimenti sugli artisti e per continuare a svilupparsi e sviluppare il mercato, bisogna fare di più: salvaguardare il valore della musica e premiare la creatività".

 

Il resto dell'articolo lo trovate qui.

Scrivi commento

Commenti: 0