Come creare una consolle da dj con del materiale Ikea

La creazione di una propria consolle da casa non è più una utopia, soprattutto grazie al noto marchio svedese.

 

Continua...

 

Molti dj hanno imparato a come organizzare un proprio dj set in un club o in un festival, ma c'è ancora una buona probabilità che un'esigua parte di persone passerà la maggior parte del loro tempo in casa, nella propria camera da letto o nel proprio studio. Considerato che spesso si investe un sacco di denaro per altre priorità, probabilmente non si ha a disposizione un grande budget da riservare all'allestimento di una consolle per dj. Tuttavia oggi, grazie a Ikea, con un costo che va dai 125 ai 250 euro, la comunità di DJTechTools ha compreso che quando si tratta di mobili si può essere molto creativi. E per costruire una consolle a buon mercato non serve esere de falegnami.

 

L'idea della consolle fatta con pezzi Ikea può partire componendo una o due librerie Kallax (una volta Expedit, siamo sotto i 69 euro) a seconda di quanta profondità si desideri (se si utilizza un solo pezzo, non è possibile utilizzare i giradischi in posizione verticale). Questa è una prima soluzione, perché è possibile archiviare un sacco di vinili negli spazi sottostanti. Tuttavia è consigliabile montare sotto 4 gambe Capita (da 10-14 euro al pacco). E nel caso in cui si scegliesse di utilizzare due librerie Kallax, si dovrebbe potenziale il legame con un preciso avvitamento, questo per aumentare la stabilità dell'intera struttura. L'altezza giusta del banco è spesso trascurata. Invece, è molto importante perché il corpo e la schiena siano eretti, con le spalle indietro e in linea con la colonna vertebrale. Inoltre, è possibile utilizzare le gambe Lillangen (25 euro), che dovrebbero avere una migliore stabilità.

 

Un altro modo per aumentare l'altezza è di montare alcuni gambe Capita dritte o angolari (15 euro pacco da 2 tra una libreria e una mensola Vika Amon (20 euro) in cima alla scrivania. Una aggiunta potrebbe essere quella di montare un gancio Bjarnum (5 euro, disponibile come versione pieghevole) sul lato del tavolo per appendere cuffie e cavi.

Per i monitor, ossia le casse, che dovrebbero essere allineati alle orecchie, è possibile aggiungere un altro livello con le gambe Capita e le mensole piccole Lack (7 euro) da integrare eventualmente alla scrivania. Le casse attive sono nella maggior parte dei casi troppo pesanti per questo e quindi è meglio usare sostegni come le gambe Godmorgon, regolabili in altezza (da 8 a 10 euro).

Anche se siamo abituati a lavorare al buio, probabilmente si desidera un po' di illuminazione supplementare, sia per l'aspetto della nostra consolle, e quindi per il look, che per vedere un po' meglio ciò che stiamo facendo. Ikea ha alcune strisce multicolore LED per questo scopo: è possibile utilizzare pertanto 4 pezzi Dioder (da 19 euro) o una luce flessibile a striscia di RGB LED che si può trovare anche su Amazon a circa 30 dollari.

Scrivi commento

Commenti: 0