IMS Ibiza 2017: Gianfranco Bortolotti, un italiano tra i relatori stranieri

Dieci anni di collegamenti tra club culture e music business consacrano un evento che celebra l'elettronica. E al quale parteciperà il guru italiano.

 

Continua...

L'IMS Ibiza che si terrà il prossimo maggio, dal 24 al 26, all'Hard Rock Hotel Ibiza, accende ogni entusiasmo. Così, dieci anni di collegamenti tra la cultura del music business e dell'elettronica e del djing si uniscono per consacrare importanti personaggi del settore, eletti insomma. Tra questi il nostro guru italiani, il CEO di Media Records Digital, Gianfranco Bortolotti, ora anche Manager di un nuovo artista della scena domestica. L'International Music Summit festeggia il suo decimo anniversario di Ibiza con un parterre du roi. Il vertice dei grandi personaggi, con i suoi panel sull'Isola Bianca, taglia un fondamentale traguardo.

E nel frattempo Gianfranco Bortolotti rivela: "All'IMS racconteremo la nostra storia, il modo in cui abbiamo influenzato tutta l'Europa con le nostre strategie. Parlerò della nostra nuova visione del marketing della musica. Farò del revisionismo storico, perché sono stanco di chi racconta un sacco di balle. E parlerò della nostra e-label, di Firstplanet, la prima etichetta al mondo totalmente… Non svelo tutto ora: preannunceremo certamente la nostra piattaforma del futuro, la nostra visione”.

Così, Bortolotti parla di IMS e IMS annuncia l'eccellenza italiana. Bortolotti è tra i primi relatori di questa speciale edizione e la manifestazione nel contempo presenta un programma accurato, con panel, corsi di perfezionamento sulla tecnologia, opportunità di networking ed eventi vari. Interverranno, oltre al nostro guru italiano, anche artisti come Bernard Sumner da New Order, DJ Dixon (nella top 100 di RA e Mixmag) e The Black Madonna. Insieme a loro ci saranno i rappresentanti di marchi come Facebook, Spotify, Elrow e altro ancora.

Invece, cercando di riassumere la carriera di Gianfranco Bortolotti, il compito si fa arduo: c'è il rischio di dimenticare molti fatti e buona parte dei suoi successi.

Possiamo dire che la coscienza e l'autorità sono sempre state la sue prime regole, sin dall'inizio del suo percorso, sin dal 1980, quando, giovanissimo, ha dedicato il suo tempo ed energia al suono della Italodisco.

Fondata a Brescia, nel 1987, la sua Media Records diventa uno dei marchi dance più popolari della storia della musica da ballare. Bortolotti diviene responsabile della creazione di alcuni dei nomi di spicco degli anni '80 e '90, firma più di 150 progetti di successo d'oro e platino (Cappella, Gigi D'Agostino, 49ers, Mario Più, Joy Kitikonti e Picotto, per citarne solo alcuni) e brand (BXR, NoiseMaker, Heartbeat, UMM e Underground).

Ora Bortolotti festeggia 30 anni di successi, il suo World Of Media sta lanciando una serie di nuove iniziative musicali legate ad artisti e label (come ad esempio il rapper Mr. Rain, che ha raggiunto con il disco d'oro anche un'indubbia fama in poco più di nove mesi), ad eventi e tecnologie, la piattaforma del futuro, la e-label, ma anche applicazioni e un proprio festival.

 

Info: http://www.internationalmusicsummit.com/attend

Scrivi commento

Commenti: 0