Alberto Fumagalli a Beat & Green

Il tredicesimo appuntamento di Beat & Green è con Alberto Fumagalli di Nameless.

 

Continua...

Quando si è faccia a faccia con un personaggio come Alberto Fumagalli (qui a fianco di Benny Benassi), significa avere la possibilità di relazionarsi con un esperto del settore, scoprire i segreti della produzione di un live e lo sviluppo di un grande brand, tra l'altro in piena espansione. Una chance, questa, per tutti di imparare a dialogare con uno dei personaggi forti ed emergenti del live e della discografia.

Il tredicesimo appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,00 di venerdì 17 marzo 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Alberto Fumagalli di Nameless. Classe 1985, a 16 anni Alberto intraprende casualmente un’avventura che lo porta a diventare un promoter quale è oggi.

 

Info su http://www.namelessmusicfestival.com/it/

https://www.facebook.com/namelessrec

A 18 anni organizza il suo primo evento, presso il campo da calcio del proprio paese, ospitando DJ Ross e lo showcase della sua etichetta dei tempi, la Spy Rec. Da quel momento per Alberto smettere di organizzare eventi sembra impossibile: “Non ci riuscivo”, dice. Nel 2005, insieme ad alcuni amici, crea il collettivo ANight, con cui dirige gran parte dei club del Lecchese. In tanti anni di attività. ANight è diventata una realtà importante, che conta su una passione infinita per la musica e una professionale competenza nell’organizzazione di qualsiasi evento: sulla base di questa sinergia nel 2013 Alberto e il suo team dà vita a Nameless Music Festival, un festival dance fortemente radicato sul territorio. Un evento talmente radicato che il suo nome trae spunto da una traduzione impropria dell’“Innominato”, personaggio dell’opera “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, ambientata a Lecco. Sin dal giorno della sua nascita, Nameless intende essere un punto di riferimento nel settore degli appuntamenti live. Dopo due edizioni, nel 2015 trasloca a Barzio, poco lontano da Lecco. Nel contempo, insieme a Federico Cirillo di Universal Music Group Italia, Alberto crea Nameless Records, spin off discografico del festival. L'idea alla base è semplice: lavorare sulla musica made in Italy dando spazio e visibilità ai talenti di casa nostra. Oggi Nameless è l'evento leader nel suo settore e Nameless Records cresce ogni giorno di più; nonostante queste realtà lo tengano impegnato 365 giorni all’anno, Alberto è già al lavoro con il suo team a nuovi interessanti e innovativi progetti. Che ruotano tutti intorno alla cara lettera N.

Beat & Green ha preso il via, nel mese di settembre del 2016. È una serie di masterclass presso la scuola per dj e produttori di musica elettronica Recreative 12. Il brand Beat & Green nasce parafrasando i famosi meet and greet, gli incontri ravvicinati che si tengono da anni tra fan e artisti. Oggi Beat & Green mette faccia a faccia nuovi amanti del mondo della musica elettronica a professionisti del settore legato al djing, alla produzione musicale, alla discografia, al clubbing sino al branding mirato e ai grandi eventi. Beat & Green si tiene il venerdì di ogni due settimane. In cattedra, i maggiori player italiani e non, si confronteranno spiegando punti di vista, visioni, idee di un mondo in piena espansione. I protagonisti del music business risponderanno alle domande degli alunni presenti incalzati da Riccardo Sada, docente di Recreative 12 e giornalista per varie testate di settore.

Scrivi commento

Commenti: 0