Il Forbes si occupa di nuovo di dj

Dopo l'Economist circa un paio di settimane fa, un altro magazine finanziario si occupa di dj: è il Forbes (qui con in copertina Richard Branson, inventore del gruppo Virgin).

 

Continua...

I periodici che trattano di finanza si occupano sempre più di musica elettronica, di dj e dei loro grandi eventi. The Economist due settimane circa fa si era soffermato sul business, ora è il turno del Forbes, che dopo aver stilato la classifica dei dieci dj che più guadagnano al mondo, ora si concentra su un vincitore dei Grammy, Afrojack. Nick Van de Wall, olandese, è uno dei migliori dj e produttori discografici al mondo. Lo scorso anno ha guadagnato 15 milioni di dollari.

 

Nel corso dell'ultimo anno, con la sua Wall Records ha messo sotto contratto ben 12 artisti. Il suo obiettivo oggi è quello di preparare al meglio la prossima generazione di protagonisti del mondo della musica elettronica, aiutandoli a lavorare sul loro suono, sulla loro personalità e unicità gestendogli business e social media.

 

"Ora, sono quello che volevo essere: un imprenditore", spiega il dj olandese. "Ho messo su la mia società e finalmente posso organizzarmi al meglio e decidere ogni cosa. Tutto è sotto la mia responsabilità".

Wall Records trattare tutte le attività, sia discografiche che legate agli eventi. "Mettiamo sotto contratto artisti validi e valutiamo offerte per sviluppare nomi che necessitano di consolidare la propria posizione sul mercato. In giro ci sono un sacco di persone dotate solo che non sanno bene come funziona l'industria musicale".

Scrivi commento

Commenti: 0