La vera house music solo a St. Moritz

Si svolgerà da giovedì 11 a domenica 13 marzo la terza edizione del Saint Moritz Music Summit.

 

Continua...

 

Con una line-up che punta decisa sulla house music di qualità, ecco la nuova edizione del Saint Moritz Music Summit. Anche quest’anno la movida comincia all’ora di pranzo nei rifugi sulle piste del Corviglia, per spostarsi dall’ora dell’aperitivo a notte fonda giù in paese, nei locali e negli hotel come Kempinski, Kulm, Vivai, King’s club. Tra gli ospiti dell’edizione 2016, le dj star del Pacha di Ibiza e quelli del Ministry of Sound di Londra, ma anche il nostro Franco Moiraghi e dj Mosey, nome d’arte di Pierre Sarkozy, il figlio dell’ex presidente francese. Dalle Alpi svizzere dell’Engadina ai ghiacciai tirolesi. Precisamente a Soelden, la località dell’Oetztal che a fine ottobre apre da tradizione la Coppa del mondo di sci: 150 km di piste da 1350 metri su fino ai 3250 delle nevi eterne del Rettenbach e del Tiefenbach. Unica località austriaca a comprendere nel carosello sciistico tre vette oltre i 3 mila metri, ma soprattutto la stazione invernale con la più alta concentrazione di locali. Non poteva che tenersi qui, l’8-9 aprile, il festival di musica a più alto tasso di elettronica: l’«Electric Mountain Festival», che ha già ospitato divi della dance come David Guetta e dj Antoine e che per questa quinta edizione annovera Nervo, Watermaet, You Not Us, dj Shany & Rudy Mc. Per chi all’elettronica preferisce i ritmi caraibici l’appuntamento è invece dal 15 al 17 aprile sempre nell’Oetztal, che ha fatto da cornice alle scene dell’ultimo film di 007. A Obergurgl/Hochgurgl grande reunion di salsa con balli e workshop. Per entrambi gli eventi pacchetti soggiorno da 250 euro che includono 3 notti, skipass e ingresso agli eventi. Un evento per cui i clubber europei non badano a spese è il festival «Caprices» di Crans-Montana, nel Vallese svizzero. Probabilmente il più importante tra tutti gli eventi d’alta quota con sound che spazia dalla techno al funk alla trance. Quella in scena dal 7 al 10 aprile è l’edizione numero 13 e le cose sono organizzate come sempre in grande stile. Circa 150 concerti su tre palchi sistemati sulle piste e in paese, uno dei più esclusivi dell’arco alpino. Il marchio «Mdrnty» è già di per sé una garanzia di qualità, visto che ha vinto per due anni il premio come miglior organizzatore di eventi notturni in Svizzera, e la line-up è di tutto riguardo con Maceo Plex, Tale of Us, Ricardo Villalobos, Sven Väth. Anche in Italia si può sciare a ritmo di musica. Persino a ritmo di jazz. In Val di Fiemme fino al 19 marzo c’è un festival (il «Dolomiti Ski Jazz») con molte star, tra cui Donny McCaslin, il sassofonista scelto da David Bowie per il suo ultimo album. Dal 29 marzo al 3 aprile si cambia genere: piste e rifugi trentini risuoneranno delle note del «Dj Ski Fest». Protagonisti i disc-jockey di Radio 105, che animeranno di giorno le aree sciistiche del Latemar, l’Alpe Cermis, Bellamonte e l’Alpe Lusia, di sera i locali di Cavalese e Predazzo. Gran finale a fine aprile a Ischgl, in Tirolo. Dopo aver contato su popstar come Elton John, Bob Dylan e Robbie Williams, il «Top of the Mountain Concert» ospita i Muse. Uno show a 2300 metri sull’arena all’aperto più grande delle Alpi.

 

Info su http://www.musicsummit.ch/

Scrivi commento

Commenti: 0