Monika Kruse

All'inizio degli anni Novanta, la vita di Monika DJ cominciò con lei resident presso il Club Ultraschall a Monaco di Baviera. Negli anni successivi ha pubblicato sette compilation mix e creato due etichette discografiche: Terminal M e la Electric Avenue. La sua carriera è molto apprezzata in Oriente, più volte, al più grande rave del Giappone: Wire,  Australia, e Brasile. Tornata a casa a Berlino, è player di una folla di 1,5 milioni di ravers alla Love Parade, nei club e locali di fama mondiale come il Berghain / Panoramabar, Watergate e Weekend...

Ora, vent'anni dopo, ha messo tutte le sue tracce e le radici nel suo quarto album. Tutti gli inizi, le estremità, evidenziazioni, stili e ombre / colori della sua vita musicale. Per Monika, parole come deep house, techno, Drum & Bass o tech-house supporto per centinaia di dischi, artisti e feste. Tracce da lei raccolti e digeriti a un certo tempo messe insieme nel suo complesso. E Pluribus Unum - out di molti, uno. E così si trova, in circa 66 minuti, tutti gli aspetti di una vita musicale. La musica come l'unità e il motore della sua vita. 12 pollici o 12 cilindri. Questo album dà 12 risposte. Si inizia con il ciclo di Trust, che corre insieme alla sua gola tribale come la colonna sonora perfetta di un alba, prima segueing in polvere Playa - rendendo l'ascoltatore sembrano galleggiare con i suoi tamburi e traccia ipnotica. Il brano più Exhale dub ci riporta sulla pista da ballo, possiamo solo immaginare il luogo e il tempo. Ma forse è proprio l'introduzione bello ciò che la voce di Chicago pioniere Robert Owens (Fingers Inc.) fa in One Love. Non sogni? Hanno fatto il giorno che ti ho incontrato. Questa intro si sente spesso nei mesi dopo l'uscita dell'album - la linea del basso mostra quanto la vita può essere in una traccia house. E può rispondere a tutte le domande perchè un genere deep house di nome è stato inventato. Monika mostra, soprattutto nelle pause dei suoi brani, come la velocità può essere accelerato senza effetti imbarazzanti. Si può anche sentire questo effetto nei prossimi due varianti di Cuore Robot. Cominciano come una modifica con un dritto marcia, che poi in originale mix-really ti mette sulla pista da ballo. Se i robot solo poteva ballare. Durante la metà dell'album, le radici Monica `s techno sembrano sempre di più con Wavedancer (che è il brano che include un remix, insieme al produttore Thomas Schumacher), talvolta in tracce o Tipi di guida estremamente Trippy con le sue legioni di tamburi che rendere omaggio al vecchio eroi techno Jeff Mills e Joey Beltram. Chi conosce Monika `s dj set riconoscerà la modifica alla pista col senno di poi un cambio non è possibile senza interruzioni fisso, un brano che mette in contrasto con la voce soul di Nick Maurer (Shak Digital, Shaker Piatti, Om, lectable D') per una pausa straordinario pianoforte. Con l'album Namaste ritorna al suo inizio e nella MUM molto emozionante ultimo brano, Monika mostra la sua debolezza per broken beat, brani ambient nel modo di Aphex Twin e Autechre. Ma questo sembra solo essere la fine per il nuovo inizio, per un giorno che legge nuove tracce.

Scrivi commento

Commenti: 0